'Viaggi'

Ritorno dal viaggio in India

venerdì, 20 febbraio 2009

Eccomi qua, sono ancora vivo e vegeto. Questo viaggio nelle terre dei profughi tibetani in India, in particolare il villaggio di Sera Jhe e altri 20 campi, ha portato tante belle novità per il Centro.

C’è stata l’inaugurazione della casa adibita a sala polifunzionale (progetto Ten Ling) con una splendida cerimonia. È stato sorprendente l’atteggiamento del popolo tibetano nei confronti del nostro aiuto, infatti per la prima volta è stato accettato e messo in atto un progetto in grado di dare a questo popolo un luogo non pubblico e non adibito alla preghiera dove potersi incontrare.

La funzione di questa sala è paritaria a quella delle nostre sale polifunzionali (queste sale esistono solo nella regione Trentino Alto-Adige, orgoglio del nostro territorio). In questo modo nella varietà degli incontri i tibetani possono esprimere la loro cultura e trasmettere ai profughi in arrivo la vera tradizione tibetana. Siamo quindi felici di poter essere stati d’aiuto in questo modo: tanta gente che dona, anche poco, permette ad altrettanta gente di migliorare passo dopo passo la propria condizione.

Questa gente ringrazia con immensa gratitudine tutti coloro che hanno reso realizzabile il nostro progetto.

Viaggio in india

mercoledì, 4 febbraio 2009

Partenza per l’ennesimo viaggio in India, tranquilli non vi racconto le mie ferie, ma di come sia importante verificare lo stato di avanzamento dei lavori che concernono i progetti iniziati.

L’india sappiamo tutti è grande come è grande ora il suo sviluppo, pensate in questi sette anni di viaggi ho imparato come si distribuisce la ricchezza in base alle esigenze di PIL anziché di lobby politica o religiosa.

Osserverò in questo viaggio la reale capacità di dialogo con l’occidente sulle forme reali di aiuto in senso lato.

I profughi tibetani (non dimentichiamo lo sono dal ’59) stanno vivendo ora un cambiamento.

Una svolta non culturale o sociale al proprio interno, ma di mercificazione dell’essere attraverso il mantenimento di uno status facente funzione di attrazione turistica.

In un contesto di sfruttamento dell’immagine “profugo? hanno cominciato a porre limiti, costi e controlli un po su tutto. I progetti in corso per essere tali hanno dovuto affrontare problematiche diverse sviluppatesi nel tempo, sempre in senso restrittivo.

Si è deciso di mantenere in contatto Trento e Sera Jhe con questo sito venendo aggiornati ogni qualvolta potremo accedere ad internet. Mi auguro di poter inviare anche delle immagini e video per stimolare commenti da parte vostra.

Gianni